ethical hacking in azienda

L’ascesa della sicurezza IT e degli hacker etici è dovuta ai progressi tecnologici e al crescente numero di minacce online.

Quando l’hacking etico è stato trattato per la prima volta come argomento, ha ricevuto molti dissensi a causa dei profondi pregiudizi sulla figura dell’hacker.

Oggi, l’hacker etico è diventato essenziale per qualunque business. Si tratta, infatti, di un professionista che segue i principi etici per proteggere informazioni e sistemi dagli hacker veri e propri (cracker).

Di recente, molte organizzazioni hanno affrontato attacchi informatici che hanno portato alla crescente necessità di avere hacker etici professionisti in grado di salvaguardare i loro sistemi IT.

Approfondiamo dunque ruolo e mansioni di questa figura così indispensabile.

Cos’è l’ethical hacking

Mentre le comuni tecniche di ‘hacking prevedono l’accesso non autorizzato a un sistema o una rete, l’hacking etico si riferisce ai tentativi autorizzati di ottenere un accesso non autorizzato.

Supponiamo infatti che un imprenditore preoccupato voglia sapere se ci siano potenziali lacune nel sistema di sicurezza aziendale. Sembra contraddittorio, ma uno dei modi più semplici per scoprire se qualcosa non va sarebbe quello di assumere un ex cracker esperto.

L’hacker etico cercherebbe di entrare nel sistema senza provocare danni, per poi comunicare le eventuali vulnerabilità riscontrate. In questo modo, si potrebbe ottenere piano d’azione ben preciso sugli interventi da attuare per porvi rimedio.

Gli hacker etici, dunque, usano le loro competenze per mettere alla prova le infrastrutture IT di un’azienda alla ricerca di potenziali falle nella sicurezza. Nel mondo della sicurezza informatica, quest’attività è chiamata Penetration test, e gli hacker etici che lo effettuano sono spesso indicati come pen tester. Una volta identificate le vulnerabilità, è lo stesso hacker etico ad attuare le dovute misure di risoluzione.

Ciò non significa che qualsiasi hacker possa diventare un hacker etico! Non fidarti mai di un pen tester che non faccia parte un’azienda accreditata.

Per agire nella legalità, infatti, è obbligatorio per gli hacker etici ottenere un’autorizzazione scritta che gli consenta di violare i sistemi di sicurezza di un’organizzazione.

Ora che abbiamo imparato cos’è l’hacking etico, diamo un’occhiata ad i suoi concetti base.

Concetti base dell’ethical hacking

Gli esperti di hacking etico devono seguire essenzialmente quattro concetti chiave:

  • rimanere legali: come evidenziato poc’anzi, è necessario che l’hacker etico ottenga un’approvazione ufficiale prima di accedere ai sistemi ed eseguire una valutazione della sicurezza;
  • definire l’obiettivo: determinare lo scopo della valutazione in modo che il lavoro dell’hacker etico rimanga legale e all’interno dei confini approvati dell’organizzazione;
  • segnalare ogni vulnerabilità: notificare all’organizzazione tutte le vulnerabilità scoperte durante la valutazione. Sarà suo dovere, inoltre, fornire successivamente una consulenza per la risoluzione delle stesse;
  • rispettare la sensibilità dei dati: a seconda dell’importanza dei dati, gli hacker etici potrebbero dover accettare un accordo di non divulgazione, oltre ad altri termini e condizioni richiesti dall’azienda.

Vediamo adesso i benefici apportati in azienda dall’ethical hacking.

Benefici dell’ethical hacking in azienda

Il mondo dell’informazione si sta muovendo verso la digitalizzazione di quasi tutti i servizi. Questa transizione ha aumentato il livello di minacce e quindi la crescente richiesta sul mercato di hacker etici. Dall’avvento del cloud computing, inoltre, la sicurezza è diventata una delle principali preoccupazioni.

La principale sfida che i business di oggi affrontano è il mondo informatico in rapida crescita e le complessità dei requisiti di sicurezza richiesti.

Le tattiche di hacking si stanno evolvendo ogni giorno e solo un professionista esperto può superare questa sfida. Vediamo insieme una lista dei benefici dell’etichal hacking in azienda:

  • evita perdite economiche: con i cybercriminali che trovano nuovi modi per violare i sistemi ogni giorno, il costo medio di un attacco informatico negli ultimi 12 mesi è salito a più di un centinaio di dollari. Per questo la maggior parte delle aziende non può permettersi di subire un attacco informatico.
  • insegna a pensare come il nemico: la maggior parte degli hacker è incredibilmente intelligente. Ecco perché imparare a pensare come un cracker è una parte essenziale della protezione della tua attività. I Pen Tester saranno spietati come i veri nemici, tranne per il fatto che non causano alcun danno reale.
  • rispetta le conformità GDPR: le organizzazioni devono attuare determinate misure per prevenire attacchi informatici e violazioni dei dati. Le aziende che non rispettano il GDPR possono affrontare sanzioni fino al 4% del loro fatturato annuale in tutto il mondo.
  • migliora la difesa: aiuta a progettare un sistema informatico che impedisca l’accesso ai malintenzionati e salvaguardi le informazioni sensibili da un attacco dannoso.
  • organizza misure preventive: predisponi adeguate misure di prevenzione al fine di evitare violazioni della sicurezza.
  • salvaguarda i dati: fa in modo che i dati degli utenti presenti nelle transazioni commerciali siano totalmente protetti aumentando la fiducia dei clienti,
  • produce test della rete: permette di testare le reti a intervalli regolari ed eventualmente migliorarne vari aspetti;
  • crea consapevolezza: crea consapevolezza della sicurezza per tutti i dipendenti di un’azienda.

Sfortunatamente, gli hacker sono ben consapevoli del fatto che i dati sono diventati una merce molto preziosa. Al giorno d’oggi, è comune per gli attacchi informatici voler accedere ad informazioni sensibili e dopo chiedere alle aziende un riscatto per non divulgarle.

L’esecuzione di un Pen test manuale o di un Vulnerability Assessment gioca un ruolo cruciale nel proteggere la tua organizzazione da questo tipo di crimine.

Limiti dell’ethical hacking

L’ethical hacking, purtroppo, non è infallibile come si potrebbe pensare. Va infatti abbinato ad altre misure preventive.

Per tale ragione è bene conoscerne i limiti.

  • portata limitata: gli hacker etici non possono andare oltre un certo limite per ottenere dall’attacco il massimo successo. In ogni caso, è possibile discutere della portata del potenziale attacco con l’organizzazione.
  • limitazioni nelle risorse: i malintenzionati non hanno vincoli temporali, mentre gli hacker etici sono vincolati dalla potenza delle risorse informatiche e dal budget.
  • metodi limitati: alcune aziende chiedono espressamente di evitare alcuni casi di prova che portano i server in crash, come nel caso degli attacchi DoS.

Conclusioni

I costi dei test di sicurezza variano in base al business. Le aziende con una grande base di dati potrebbero dover pagare costi maggiori mentre altri potrebbero pagare meno grazie alle loro dimensioni ridotte.

Compiti come il controllo di firewall, server indirizzi IP ecc. costano molto, ma si tratta di un investimento per prevenire eventuali  alla perdite dovute agli attacchi informatici.

Al giorno d’oggi, assumere hacker etici  o affidarsi ad enti specializzati in consulenza di sicurezza informaticanon è una questione di scelta, ma diventa sempre più una necessità per qualsiasi azienda.

Noi di Cyberment ti offriamo servizi di consulenza, Pen test Vulnerability Assesment  che porteranno alla luce  le falle del tuo sistema e ci permetteranno di organizzare un piano difensivo efficace.

Ricorda che prevenire è sempre meglio che curare. Il vecchio detto regge anche quando si tratta di sicurezza informatica, quindi inizia ad agire ora!

Cyberment

Cyberment è un’azienda specializzata in consulenza di sicurezza informatica da oltre 20 anni.

Il nostro red team è composto da hacker etici e esperti specialisti in cybersecurity.

Ci occupiamo di identificare le vulnerabilità informatiche nei sistemi e nelle applicazioni web tramite servizi di Vulnerability Assessment e Penetration Test.

Siamo un’azienda di sicurezza informatica certificata ISO 9001, ISO 27001, nonché azienda etica.
Abbiamo sede legale a Milano e sede operativa a Porto Mantovano, mentre Londra è il cuore del nostro reparto ricerca e sviluppo.

Se desideri conoscere in modo approfondito i nostri servizi di prevenzione dalle minacce informatiche, contattaci!